Approfondimenti

L' onorificenza ufficiale

Il Presidente della Repubblica, capo dell’ Ordine Emerito della Repubblica Italiana, in considerazione di particolari benemerenze, sentita la Giunta dell’ Ordine al Merito della Repubblica Italiana, sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, con Decreto in data: Roma 6 Giugno 1954, ha conferito l’onorificenza di Ufficiale al Signor Ulderico Moretti Industriale; con facoltà di fregiarsi delle insegne di tale classe. Il cancelliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana è incaricato dell’esecuzione del presente Decreto che sarà registrato alla Cancelleria dell’ Ordine Medesimo.

Firmato: L.Einaudi Controfirmato: Scelba

Il Cancelliere dell’Ordine dichiara che in esecuzione delle Presidenziali disposizioni il Sig.Ulderico Moretti fu iscritto nell’elenco degli ufficiali (Naz) al N. 6148 Serie 1

 

Uno dei biglietti da visita della Moretti Ulderico & C.

Veduta aerea degli stabilimenti della "Ulderico Moretti & C."

In una rara mmagine aerea, si possono vedere gli stabilimenti della “Ulderico Moretti & C.” con le scritte bianche sui tetti degli stessi, come era in uso fare all’epoca.

In rosso i perimetri dei capannoni che ospitavano le fornaci, i magazzini e gli uffici. Sull’altro lato del canale l’abitazione della famiglia.

Un ringraziamento ufficiale da parte dei soci e delle maestranze

Al degno erede di una stirpe che, alla rinata Arte del Vetro, ha prodigato incessantemente se stessa.

Ulderico Moretti fautore instancabile nei giorni sereni come in quelli men lieti della tradizione muranese e del suo inelligente evolversi cosi da conquistare alla famiglia e all’amata isola – insieme al benessere di una giusta fortuna – nuovo titolo di merito nel più vasto campo dell’industria nazionale, viene quì consacrata dai fratelli Pietro e Vincenzo e dai cugini Germano e Mario l’ammirazione affettuosa e la perenne riconoscenza di quanti hanno il privilegio di lavorare al suo fianco.

Dall’isola di Murano, novembre, 30, 1950

 

La rinnovata illuminazione dei portici di Piazza San Marco

E’ il lontano ​1933: in uno spazio di 25000 metri quadrati​, ​La “Ulderico Moretti & C​”​ sforna tonnellate di materiali che vanno dalla venturina blu alla canna forata per conterie (nome locale delle perle, vendute ad altre fabbriche dell’isola), ai globi diffusori di luce che vengono forniti anche alle Ferrovie per i vagoni passeggeri e per il ristorante della Stazione Centrale di Milano. Di lì a qualche anno arriva la commessa del Comune di Venezia per un incarico prestigioso: l’intera illuminazione della Piazza San Marco con i globi in vetro pulegoso (una specialità leggermente colorata) Questi ultimi verranno collocati sotto i portici al posto dei precedenti fanali in ghisa. 

Raduno cineamatori del 1956 a Ca' Moretti

Coppa in vetro azzurro con incisoni varie a tema cinematografico, realizzata in occasione di un raduno per cineamatori tenutosi a Ca’ Moretti nel 1956 (Collezione privata Giusy Moretti)

 

Dai giornali dell'epoca e dai concittadini in occasione della scomparsa di Vincenzo Moretti (12.06.1901)